MOZART, IDOMENEO, K 366 at the Teatro La Fenice in Venice

fenicelogo2

idomeneoMOZART, IDOMENEO, K 366

Conductor: Jeffrey Tate

Direction: Alessandro Talevi

Sets: Justin Arienti

Costumes: Manuel Pedretti

Lights Designer: Giuseppe Calabrò

Venice: La Fenice Opera House

22, 24, 26, 28 November 2015

Idomeneo ⎮ Brenden Gunnell
Idamante ⎮ Monica Bacelli
Elettra ⎮ Michaela Kaune
IliaEkaterina Sadovnikova
Arbace ⎮ Anicio Zorzi Giustiniani
Il sommo sacerdote di Poseidone ⎮ Krystian Adam
La voce dell’oracolo ⎮ Michail Leibundgut

direttore ⎮ Jeffrey Tate
regia ⎮ Alessandro Talevi
scene ⎮ Justin Arienti
costumi ⎮ Manuel Pedretti
disegno luci ⎮ Giuseppe Calabrò
movimenti coreografici ⎮ Nikos Lagousakos

Orchestra e Coro del Teatro La Fenice
maestro del Coro ⎮ Claudio Marino Moretti

nuovo allestimento Fondazione Teatro La Fenice
col sostegno del Freundskreis des Teatro La Fenice
mozart_idomeneo

Idomeneo fu composto tra l’autunno del 1780 e i primi giorni del 1781 su libretto di Gianbattista Varesco, cappellano di corte dell’arcivescovo di Salisburgo. Del libretto esistono due versioni: la prima presenta il testo integrale; la seconda non riporta, invece, i numerosi passi tagliati o non musicati da Mozart, altri espunti dopo esser stati composti e altri ancora esclusi all’ultimo momento per esigenze di durata. A partitura ultimata, il compositore effettuò ulteriori tagli per snellire la lunghezza dello spettacolo. Questa complessa vicenda testuale nasconde un travaglio creativo, documentato dalla quarantina di fondamentali lettere che Mozart e suo padre si scambiarono tra l’8 dicembre 1780 e il 22 gennaio 1781. In esse il compositore discute con Varesco, per interposta persona, le soluzioni da adottare in molte parti del dramma. Non conosciamo l’esito della prima rappresentazione, ma dai pareri dei membri della corte di Monaco riportati nell’epistolario, si deduce che l’impressione destata dal lavoro del compositore venticinquenne fu enorme: «Vi assicuro che mi aspettavo molto da voi» confessò a Mozart il conte Seinsheim in una lettera del 1º dicembre 1780, «ma veramente non mi aspettavo questo!».

mozart_idomeneo1

Advertisements
This entry was posted in OPera and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s